News

Dal 15 novembre scatta l'obbligo di catene a bordo e pneumatici invernali

Dal 15 novembre al 15 aprile, nella maggior parte delle regioni italiane, sarà in vigore l'obbligo di catene a bordo o utilizzo di pneumatici invernali da neve lungo i tratti della rete stradale e autostradale gestita da Anas (in allegato), maggiormente esposti al rischio di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio durante la stagione invernale.

Gli pneumatici idonei alla marcia sulla neve sono contrassegnati da una marcatura (M+S; MS; M-S; M&S) e devono avere caratteristiche corrispondenti a quelle indicate nella carta di circolazione del veicolo (maggiori informazioni nel sito della Polizia di Stato).

Le attività finalizzate alla gestione delle emergenze in caso di precipitazioni nevose prevedono, tra l’altro, l’individuazione di aree dove sia possibile effettuare la sosta dei mezzi pesanti con massa a pieno carico superiore alle 7,5 t, nel caso in cui dalle competenti autorità venissero adottati provvedimenti di fermo temporaneo (in allegato).

Interessate anche le seguenti reti autostradali:

  • la rete autostradale gestita da Autostrada per l'Italia (in allegato);
  • i tratti autostradali di Autovie Venete:

    • A4 dal Terraglio (A57 tangenziale di Mestre) fino a Sistiana; la A28 da Portogruaro all'interconnessione con la A27 (Conegliano); la A23 da Udine Sud fino all'interconnessione con la A4 (Palmanova) e infine, l'intera rete A34 da Villesse a Gorizia;

  • le autostrade A24 e A25. Nel dettaglio:

    • Autostrada A24 fra gli Svincoli di Tivoli e Teramo Est/allacciamento SS80;
    • Autostrada A25 fra lo Svincolo direzionale di Torano e lo Svincolo d’interconnessione con l’Autostrada A14.

L’obbligo di montare gomme invernali è rivolto a a tutti i veicoli a motore, esclusi i ciclomotori a due ruote e i motocicli che potranno circolare solo in assenza di neve o ghiaccio sulla strada e di fenomeni nevosi in atto.

Circolare senza gomme invernali, nel periodo indicato dalla legge, è punibile con una sanzione pecuniaria che varia in base al tipo di strada che viene percorsa: nei centri abitati è prevista una multa minima di 41 euro, mentre fuori da centri abitati si parte da un minimo di 84 euro. In autostrada la multa va da un minimo di 80 ad un massimo di 318 euro e la decurtazione di 3 punti dalla patente.

A causa delle previsioni meteo, su alcuni tratti autostradali l'obbligo entra in vigore dalle 20.00 di sabato 11 novembre 2017. Dettagli qui.