News

Approvato il ddl Concorrenza, le novità per l'RC auto

Approvato in questi giorni dal Senato il decreto legislativo chiamato Concorrenza.

Le novità che interessano gli automobilisti riguardano principalmente le agevolazioni introdotte per le polizze assicurative.

  • SCONTI OBBLIGATORI:

Le compagnie saranno tenute a ridurre le tariffe nel caso in cui l'automobilista installi la "black box" (dispositivo elettronico mobile dotato di rilevatore GPS incorporato, capace di registrare una gran mole di dati sulla condotta e lo stile di guida dell’assicurato, inclusi eventuali incidenti) o il cosiddetto alcolock (meccanismo elettronico che impedisce l'avvio del motore nel caso il guidatore presenti un tasso alcolemico superiore ai limiti stabiliti dalla legge) .

  • SCONTI AGGIUNTIVI E SIGNIFICATIVI:

Gli automobilisti virtuosi residenti nelle province con il più alto rischio di sinistri e con premi più elevati beneficeranno di un ulteriore sconto,  in presenza di scatola nera e nel caso abbiano "totalizzato" zero incidenti negli ultimi 4 anni.

 

  • L'AUTOMOBILISTA SCEGLIE IL CARROZZIERE:

L'assicurato danneggiato, dopo un incidente, potrà scegliere liberamente il carrozziere di fiducia: non è obbligato ad andare dal carrozziere convenzionato con la compagnia.

 

  • ZERO TRUFFE:

Lotta anche alle truffe, dovrà infatti essere immediata l’identificazione di eventuali testimoni sul luogo dell’incidente. In tribunale, l’ammissione di testimoni non indicati subito sarà ammessa solo in caso di comprovata impossibilità di identificazione al momento del sinistro.

 

 

Sul lato della prevenzione di effrazioni, sarà possibile l’accertamento senza la presenza di agenti della mancanza di copertura assicurativa dei veicoli in circolazione mediante dispositivi "approvati per il funzionamento in modo completamente automatico", ovvero tramite le apparecchiature per il controllo della circolazione (come quelle installate nelle ZTL).  

Anche per le polizze rischi accessori (incendio e furto), se stipulate con l'RC auto, si applica il principio della durata annuale del contratto e del divieto di rinnovo tacito, con quest’ultimo che invece permane per le altre polizze danni.